fbpx

Proroga contributi INPS Artigiani e Commercianti: si paga il 20 agosto.

Prorogata la scadenza del 17 maggio per i contributi INPS di Artigiani e Commercianti, in attesa del decreto sull’esonero parziale (anno bianco).

Slitta la prima rata dei versamenti dovuti dagli iscritti alle Gestioni speciali autonome degli artigiani e degli esercenti attività commerciali. La scadenza de 17 maggio viene spostata al 20 agosto 2021. Lo ha reso noto l’INPS, con il Messaggio n.1911 del 13 maggio, a seguito del nullaosta del Ministero del Lavoro ed in attesa della pubblicazione del decreto interministeriale di attuazione dell’esonero parziale della contribuzione previdenziale e assistenziale dovuta dai lavoratori autonomi e dai liberi professionisti iscritti alle gestioni autonome speciali dell’INPS e alle casse previdenziali professionali autonome.

Per evitare  versamenti non dovuti da una parte della platea interessata, pertanto, l’INPS ha differito per tutti gli artigiani ed i commercianti iscritti INPS il termine di pagamento. Ricordiamo che tali importi sono disponibili nel Cassetto previdenziale per Artigiani e Commercianti (Posizione assicurativa > Dati del modello F24). Le scadenze di pagamento sono al momento:

  • 20 agosto 2021 (prima e seconda rata sul minimale di reddito), 16 novembre 2021 (terza rata), 16 febbraio 2022 (quarta rata);
  • entro i termini di pagamento delle imposte sui redditi delle persone fisiche per la quota eccedente il minimale (saldo 2020, primo e secondo acconto 2021).

Dunque, viene autorizzato lo slittamento per attenuare gli effetti dell’emergenza Covid 19 e favorire la ripresa. Successivamente interverrà la formalizzazione dei criteri e delle modalità per la concessione dell’esonero attraverso la pubblicazione del decreto interministeriale MLPS-MEF sull’esonero parziale.

×

Powered by WhatsApp Chat

× Contattami